Cerca

Ecosostenibilità

Mai come in questo momento siamo chiamati a prenderci cura dell’ambiente, della nostra salute e di tutto ciò che ci circonda. Questo riguarda anche ciò che indossiamo e, di conseguenza, le scelte che facciamo al momento dell’acquisto.


Non parlerò della scelta di acquistare sostenibile, handmade, vintage o altre categorie di prodotto; vorrei soltanto spiegare meglio perchè ho deciso di lavorare in questo settore e qual è la mia filosofia.

Quando ho iniziato a lavorare in questo mondo mi occupavo di riparazioni, e più volte mi è capitato di vedere che i capi acquistati nei negozi avessero spesso dei ritocchi da fare, più o meno invasivi, per poter stare bene sulla cliente. Pian piano ho capito che un buon prodotto si riconosce subito per come è fatto, dalle rifiniture, dalla “pulizia” del capo al rovescio, dalla mano del tessuto e da tantissimi altri fattori. Perciò, ho deciso di specializzarmi nella confezione di abiti su misura: un’arte che sta andando a perdersi con l’aumento esponenziale del fast fashion, e quindi del divario economico tra buona qualità/prezzo alto verso scarsa qualità/prezzo basso.

Una delle cose che mi piace di più quando inizio a creare qualcosa, è che ci sono davvero infinite possibilità di interpretazione, realizzazione e forme, che può assumere un semplice pezzo di tessuto. Ho scelto una produzione lenta, ragionata e con limitato spreco di materiali, tanto da valutare a monte quale sia il modello migliore da realizzare con il tessuto disponibile per avere meno scarto possibile.

Lo stesso vale anche per le collezioni che produco periodicamente a prescindere dalla stagione: cerco di seguire un percorso abbastanza fluido con pochi pezzi, prodotti in base alla necessità, e non le solite quattro collezioni l’anno con produzione “obbligata”. Questo mi consente anche di regolare la produzione in base allo stock presente in negozio ed evitare di produrre troppo rispetto alla reale necessità di vendita. Questo è un piccolo passo per rendere la mia azienda ecosostenibile. Scelgo e continuerò a scegliere tessuti di produzione italiana, acquistati in maniera consapevole in piccole quantità, in modo da garantire esclusività nei capi ed evitare che l’invenduto rimanga in magazzino.


Quando ciò accade, smonto completamente il capo realizzando un altro modello e dandogli nuova vita: è così che spesso vengono fuori degli abiti ancora più belli di prima. In generale penso sia molto importante evitare di accumulare o sprecare, perciò ricerco tutti i modi possibili per raggiungere questo obiettivo.

Chissà, magari anche tu che stai leggendo in questo momento stai pensando al tuo modo per diventare sostenibile, e se in piccolissima parte ti ho aiutato ne sarei davvero felice.

6 visualizzazioni0 commenti
Iscriviti alla newsletter
  • Grey Instagram Icon
  • Facebook Clean Grey